19 Apr MASCHILE E FEMMINILE: LE DUE ENERGIE CHE REGOLANO IL TUO BENESSERE

Tutti gli esseri umani, a prescindere dal loro genere biologico, presentano nella stessa misura una componente maschile e una componente femminile. Lo psicologo C.G. Jung ha chiamato questa dualità Animus-Anima e rappresenta una delle più importanti polarità che coesistono dentro di noi.

Ogni aspetto della realtà è duplice perché per ogni cosa esiste il suo opposto (es. bello/brutto, caldo/freddo, vicino/lontano) e la creazione stessa si basa sul gioco ritmico di due poli, apparentemente opposti, come il giorno e la notte o il cielo e la terra. Questa tendenza alla polarità è ben rappresentata nel pensiero cinese dai due principi fondamentali dell’universo lo Yin e lo Yang.

Quella maschile e quella femminile sono due energie distinte, ciascuna con le proprie caratteristiche e comprendere le loro qualità ci aiuta a riflettere sulla loro importanza e sulla necessità di tenerle in equilibrio per il benessere emotivo e relazionale.

Energia Maschile ed energia Femminile: qualità e punti di forza

L’energia Maschile emerge nel modo in cui ciascuno di noi agisce verso il mondo esterno poiché essa si esprime attraverso l’azione, la forza, la fermezza, il movimento e la creatività. È un’energia propulsiva e dinamica che caratterizza la parte “attiva” dell’essere umano che è capace di fare, di esprimersi e di agire verso uno scopo. Utilizza soprattutto il pensiero logico e le sue capacità analitiche scomponendo i problemi in catene causali.  È quella parte di noi che ricerca l’ordine e la visione chiara delle cose; che ha bisogno di distinguere e separare per avere delle certezze. Non vuole lasciare niente al caso perché vuole raggiungere i propri obiettivi con molta precisione. È legata all’espressione totale di sé e non ama “tenere conto di”.

L’energia Femminile invece si esprime quando spostiamo l’attenzione verso il nostro mondo interno, poiché si contraddistingue per un atteggiamento più ricettivo e di attesa. È la parte più “passiva” e sensibile dell’essere umano che sa stare con i sentimenti, sa essere introspettiva e sa nutrire il mondo interiore, facendo uso soprattutto di processi intuitivi e analogici per la comprensione della realtà. È una forza che riesce ad andare oltre l’apparenza e la concretezza, oltre la logica e la razionalità. È quella parte di noi che vuole seguire l’intuito al di là di ogni regola e di ogni schema rigido; che crede nella magia, nei sogni, nella giocosità della vita. Per questo se lasciata libera di fluire, può aiutarci a vedere le cose in modo nuovo, con uno sguardo più ampio e ma anche più complesso. È legata al cuore e al sentimento, ama prendersi cura e “tenere conto di”.

Questi due mondi che convivono dentro di noi sono quindi molto diversi poiché hanno qualità e potenzialità opposte, ma al tempo stesso sono due mondi complementari poiché entrambe sono necessari e utili per conquistare il proprio equilibrio emotivo e relazionale e per affrontare la realtà.

Perché l’equilibrio tra il Maschile e il Femminile accresce il benessere personale ?

Imparare a ri-conoscere sia la propria parte maschile che quella femminile è il primo passo per arricchire la qualità della nostra vita. Lo sviluppo del proprio benessere è strettamente collegato al modo in cui queste due forze riescono a interagire tra loro e a mantenersi in equilibrio.

Essendo due mondi con qualità molto distinte tra loro, le due energie possono entrare in conflitto generando un senso di malessere. In base al carattere, alla storia e alla predisposizione di ciascuno di noi, una delle due energie tende a prevalere sull’altra, in modo da influenzare sia la nostra sfera affettiva che la nostra modalità di agire e di stare nel mondo.

Ma in realtà per vivere, stare bene e affrontare al meglio le difficoltà abbiamo bisogno di entrambe le energie proprio perché ciascuno ci offre qualità e modi di essere diversi ma entrambe necessari.

Ci sono momenti in cui abbiamo bisogno di agire, di essere attivi e fermi nei nostri propositi poiché dobbiamo perseguire un obiettivo, fare delle scelte, creare e realizzare un progetto, risolvere un problema pratico. Ci sono momenti in cui sentiamo il bisogno di essere più passivi e introspettivi poiché è necessario comprendere le nostre emozioni, di nutrire il nostro spazio interno, di riflettere sulle nostre fragilità

La vera conquista si ottiene quando riusciamo a riconoscere queste due parti come essenziali e vitali di un unico corpo: queste due splendide realtà, invece di farsi guerra a vicenda, potrebbero diventare alleate piuttosto che continuare a trattarsi da nemiche, arrivando a collaborare insieme per rendere la vita sana ed equilibrata. Una disarmonia nelle nostre energie maschili e femminili può influenzare sia la realizzazione personale che le nostre relazioni. Quando le energie sono ben regolate e armoniosamente equilibrate ci sentiamo più connessi, in armonia, in pace sia con noi stessi e con il mondo esterno.

 

a cura di M.Elena Cicali, Counsellor psicosintetista

info: www.mariaelenacicali.it