Servizi

Consulenze individuali

La consulenza individuale è un aiuto professionale per la persona che sta attraversando un momento di difficoltà in relazione a:

  • un malessere legato ad eventi stressanti o un’insoddisfazione personale senza motivo apparente
  • la gestione delle relazioni familiari e/o interpersonali
  • un problema in ambito lavorativo (rapporto tra colleghi, perdita o assenza di lavoro, cambiamenti o scelte professionali)
  • l’insicurezza riguardo a importanti decisioni da prendere
  • la difficoltà in alcune fasi del ciclo vitale (adolescenza, maternità, matrimonio, nascita figli, menopausa, pensionamento)
  • la gestione emozioni, pensieri e delle abitudini che ostacolano il benessere quotidiano

In un numero breve e definito di colloqui (al massimo 10), il counsellor accoglie e ascolta il malessere del cliente con completa accettazione e senza giudicarlo e, dopo aver identificato il problema, lo aiuta attraverso varie tecniche espressive ed esercizi per il rilassamento ad attivare le sue risorse, in modo tale che egli sperimenti modalità più efficaci e soddisfacenti per risolverlo.

La consulenza, quindi, mira a sviluppare le abilità comunicative e relazionali del cliente (social skills) e a migliorare la sua capacità di risoluzione dei problemi (problem solving). Nello spirito del counselling, tutto il lavoro è finalizzato ad aiutare il cliente ad aiutarsi e, quindi, ad essere parte attiva del proprio percorso di consapevolezza.

Il primo colloquio è gratuito ed è utile per comprendere la domanda del cliente e il riconoscimento di situazioni che non sono di pertinenza del counselling e che necessitano di un sostegno di altro tipo (medico, psicologico o psichiatrico). In base al tipo di intervento, alla durata degli incontri e all’obiettivo su cui lavorare, viene definito il percorso da intraprendere. Il colloquio è di sessanta minuti e il suo costo è inferiore a quello di un massaggio in un centro benessere.

Laboratori scolastici e sviluppo abilità socio-relazionali

Il Counselling scolastico è uno strumento per integrare o sostenere il lavoro svolto nella scuola dagli insegnanti. Quest’ultimi svolgono un importante ruolo per l’educazione e l’apprendimento degli studenti ma, al tempo stesso, instaurano con loro un rapporto comunicativo importante e sono delle figure di riferimento essenziali per attivare le loro competenze emotive, le loro qualità e le loro risorse interne.

Per dare maggiore spazio alla crescita personale degli studenti nel rispetto dell’unicità della persona, per rafforzare l’accettazione e la stima di sé, per sviluppare le loro abilità comunicative e relazionali, per imparare a riconoscere e comprendere emozioni e sentimenti, è possibile realizzare dei laboratori che prevedono un ciclo di incontri esperienziali rivolti ai bambini e ai ragazzi a partire dai 10 anni di età. Il numero e la frequenza degli incontri sono stabiliti in base alle esigenze sia della scuola e che dei docenti coinvolti.

Per coinvolgere maggiormente i partecipanti in un percorso esperienziale, gli incontri non sono impostati come una normale lezione frontale, ma sono organizzati in modo tale che il conduttore, l’insegnante e i ragazzi siano disposti in cerchio in un clima aperto e non giudicante (circle time). Vengono proposte varie attività espressive (scrittura creativa, disegno libero, giochi espressivi) per favorire la riflessione, l’interazione e lo sviluppo di una maggior consapevolezza sul tema affrontato.

In particolare, in un ciclo di incontri vengono affrontati uno o più dei seguenti temi in base alle esigenze del contesto:

  • accettazione e stima di sé
  • ascolto e capacità empatica
  • sviluppo competenze emotive
  • miglioramento abilità comunicative e socio-relazionali
  • rapporto e uso consapevole delle nuove tecnologie
  • educazione alla cittadinanza attiva e alla convivenza democratica

Conduzione gruppi

Il lavoro con il gruppo sostituisce o integra quello svolto a livello individuale. Un gruppo si forma in base alla necessità di affrontare un problema, una difficoltà emotiva o relazionale che accomuna tutti i partecipanti.

L’esperienza del gruppo offre numerosi vantaggi perché, attraverso la condivisione delle esperienze e il sostegno reciproco, si crea un senso di affinità tra i partecipanti che, interagendo tra loro, sono stimolati a sperimentare nuovi modi di affrontare la realtà ed a scoprire i propri punti di forza non ancora ri-conosciuti.

Attraverso un numero concordato di incontri, il gruppo fa un breve percorso di esplorazione e approfondimento sul tema che desidera affrontare.

Le principali aree tematiche di interesse sono:

  • migliorare il rapporto genitori e figli
  • accrescere l’autostima e scoprire i propri punti di forza
  • fare un percorso di crescita e sviluppo personale
  • migliorare il benessere emotivo e relazionale
  • sostenere situazioni conflittuali

Viene privilegiato l’uso del metodo esperienziale che coinvolge tutti i partecipanti attraverso attività espressive – come la scrittura creativa, il disegno, il teatro – role-playing e tecniche di rilassamento. In questo modo, si facilita la consapevolezza e la messa in pratica dei concetti chiave utili per il cambiamento ed il miglioramento della situazione problematica.

Counselling nei contesti lavorativi

In ambito lavorativo l’attuale realtà economica richiede alle aziende e a tutti i contesti organizzativi capacità di rapido e continuo adattamento, flessibilità e innovazione. La crescita di un’azienda è proporzionale alla capacità delle persone di migliorarsi giorno per giorno, di sviluppare al meglio i propri talenti, per rispondere in modo adeguato alle sfide della società e del mercato. In un’ottica sistemica l’azienda è composta da persone, ognuna con le sue caratteristiche, i suoi talenti, i suoi valori e, quindi, non è possibile pensare alla crescita e allo sviluppo dell’azienda senza considerare il benessere personale e la crescita professionale di tutti i suoi membri.

Il counselling nei contesti lavorativi mira alla promozione del benessere delle persone supportandole nei momenti di cambiamento o nelle difficoltà dei processi comunicativi e valorizzando le capacità individuali a tutti i livelli (manager, gestione risorse, singoli lavoratori).

I principali obiettivi sono:

  • aumentare il benessere nell’ambiente di lavoro
  • agevolare la comunicazione
  • far crescere la motivazione
  • offrire sostegno in situazioni conflittuali

La metodologia prevede un lavoro di gruppo che privilegia i momenti esperienziali in cui i partecipanti sono coinvolti attivamente e direttamente. In particolare, vengono svolte attività ideate per coinvolgere i partecipanti, stimolare il confronto, facilitare l’apprendimento di concetti chiave, favorire l’emergere di qualità e punti di forza e trovare un proprio equilibrio nella vita professionale.